payday loans
2015 febbraio - Certificato di decesso all'INPS per via telematica

La legge 23 dicembre 2014, n. 190 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilita' 2015)" con il comma 303 dispone che:

All'articolo 2 del decreto-legge 30 dicembre 1979, n. 663, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 febbraio 1980, n. 33, e successive modificazioni, e' aggiunto, in fine, il seguente comma:

«A decorrere dal 1º gennaio 2015 il medico necroscopo trasmette all'Istituto nazionale della previdenza sociale, entro 48 ore dall'evento, il certificato di accertamento del decesso per via telematica on line secondo le specifiche tecniche e le modalita' procedurali gia' utilizzate ai fini delle comunicazioni di cui ai commi precedenti (certificati di malattia ndr). In caso di violazione dell'obbligo di cui al primo periodo si applicano le sanzioni di cui all'articolo 46 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326 (sanzione pecuniaria da 100 euro a 300 euro  ndr)».

Sull'argomento l'INPS ha emanato una circolare

icon 2015 INPS Circolare numero 33 del 13-02-2015_segnalazione decessi

Resta da stabilire che cosa si debba intendere per "medico necroscopo".

Infatti in rete sono comparsi documenti in cui si considera tale il medico che redige il primo certificato di decesso (nel territorio solitamente un medico di Assistenza Primaria o di Continità Assistenziale), interpretazione che non sembra possibile alla luce dell'art. 4 del Regolamento di Polizia Mortuaria:

1. Le funzioni di medico necroscopo di cui all ́art. 141 del regio decreto 9 luglio 1939, n. 1238, sull ́ordinamento dello stato civile, sono esercitate da un medico nominato dalla unità sanitaria locale competente.

2. Negli ospedali la funzione di medico necroscopo è svolta dal direttore sanitario o da un medico da lui delegato.

3. I medici necroscopi dipendono per tale attività dal coordinatore sanitario dell ́unità sanitaria locale che ha provveduto alla loro nomina ed a lui riferiscono sull ́espletamento del servizio, anche in relazione a quanto previsto dall ́art. 365 del codice penale.

4. Il medico necroscopo ha il compito di accertare la morte, redigendo l ́apposito certificato previsto dal citato art. 141.

5. La visita del medico necroscopo deve sempre essere effettuata non prima di 15 ore dal decesso, salvo i casi previsti dagli articoli 8, 9 e 10, e comunque non dopo le trenta ore.

Siamo in attesa di delucidazioni definitive.

In data 19 febbraio 2015 la FNOMCeO, con la Comunicazione n. 14, ha chiarito senza ombra di dubbi che la nostra interpretazione è corretta, quindi è il medico della USL che, contestualmente all'accertamento della morte, deve oinviare la comunicazione all'INPS per  via telematica.

 
 3884 visitatori online